fbpx

Il coltello durante un’esperienza di Bushcraft è il nostro migliore amico, sempre al nostro fianco e immancabile strumento di lavoro. Ecco perché è importantissimo sapere quale scegliere.
Un coltello e un coltello di sopravvivenza di Bushcraft sono quasi gli stessi in termini di usabilità e aspetto.
Non è sicuramente una scelta facile quella del coltello per le vostra esperienza di Bushcraft, soprattutto se sarà il solo e l’unico. Ogni coltello a seconda dell’uso che ne facciate avrà caratteristiche differenti e ognuno di essi sempre a seconda dell’uso sarà il migliore.

Ecco perché in questo articolo, vi vorrei parlare delle caratteristiche principali che dovrebbe avere un coltello da Bushcraft e quali secondo sempre la mia semplice opinione sono i migliori in questa categoria.

Categorie:

La prima grande divisione dei coltelli avviene nell’uso in cui sono destinati. Le categorie principali sono: da sopravvivenza, da tasca e da Bushcraft.

SOPRAVVIVENZA: questo tipo di coltelli sono adatti a quasi tutte le situazioni, ma non progettati come multiuso. Una buona scelta come unico coltello da portare è quello a lama fissa.

TASCABILI: Non sono sicuramente indispensabili, ma per la versatilità enorme e l’ingombro limitato, lo porto sempre con me. La qualità, deve essere buona.

BUSHCRAFT: I coltelli da Bushcraft, di cui parlerò in questo articolo, differisco da quelli di sopravvivenza per l’acciaio con alto contenuto di carbonio ( per essere più facile da affilare) e per l’impugnatura più fine per essere più maneggevole.

Qual’è acciaio è migliore?

I due principali tipi di acciaio con cui avrai a che fare, se sceglierai un coltello da Bushcraft, sono quello con alto contenuto di carbonio (HC) e l’acciaio inossidabile (SS).

HC: questo tipo di acciaio ha un bordo più lungo e resistente, ma è anche di sensibile alla ruggine. La lama va spesso lubrificata e pulita, ma sono molto più facili da affilare.

SS: L’acciaio Inox è un materiale quasi indistruttibile, ha sicuramente bisogno di meno manutenzione e difficilmente arrugginisce. Questo però lo rende più pesante e più difficile da affilare.

Se la vostra idea è quella di acquistare un’ulteriore coltello da aggiungere alla collezione o solamente il coltello Bushcraft, allora il mio parere è quello di andare su un High Carbon.

L’impugnatura

L’impugnatura è la parte più trascurata, invece è importante quasi quanto la lama.

Questa dovrebbe essere confortevole anche per lunghi lavori, non è bello avere le vesciche alle mani dopo una mezz’oretta di lavoro. Dovrebbe essere realizzata con materiale resistente e sicuro al tatto . Una cosa importante è che deve garantire le varie tipo di prese, in base al lavoro che dovrete andare ad affrontare.

Ricordate anche che un pomo dalla base larga e resistente potrebbe essere anche usato come un martelletto.

 

FONTE: vacabondare.com

 

D'agostino Francesco

D'agostino Francesco

ISTRUTTORE DI SOPRAVVIVENZA, GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA ED EDUCATOREPioniere del bushcraft e dell’outdoor adventure in Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: