fbpx

Vivere nella natura significa ritornare al nostro stato naturale e originario governato dagli armoniosi cicli dell’universo, senza stress, inquinamento luminoso, elettromagnetico, ambientale e alimentazione sana. Non significa negare la modernità, anzi è proprio grazie alla modernità che oggi possiamo apprezzare quanto si sta bene nella pace di madre terra.

E’ come la parabola del figliol prodigo che ritorna a casa dove aver fatto la sua collezione di esperienze che lo hanno fatto maturare e lo hanno messo nella condizione di apprezzare il vero valore della vita. Così oggi è urgente per noi e per il nostro pianeta tornare ad una vita più sana e sostenibile.

Di seguito ci sono alcuni estratti sulla vita delle tribù che vivono a contatto con la natura che possono essere molto ispiratrici. Buona lettura

“Se fate notare che gli alveari funzionano bene per le api, o che i branchi funzionano bene per i babbuini e per i lupi, nessuno ci trova nulla da ridire. Ma se fate notare che la vita tribale funziona bene per gli umani, non sorprendetevi di venire attaccati con ferocia quasi isterica. Gli attaccanti non criticheranno mai ciò che avete detto, ma piuttosto cose che hanno immaginato che abbiate detto, per esempio che la vita tribale è “perfetta”, o “idilliaca”, o “nobile”, o semplicemente “meravigliosa”. Non importa che voi non abbiate detto nessuna di queste cose, si indigneranno come se lo aveste fatto.

La vita tribale in realtà non è perfetta, idilliaca, nobile o meravigliosa, ma ovunque sia trovata intatta funziona bene – bene quanto i modi di vivere di lucertole, procioni, oche o scarabei – con il risultato che i membri della tribù non sono generalmente furiosi, ribelli, disperati, stressati e quasi psicopatici, dilaniati da crimine, odio e violenza. (…)

La vita tribale non trasforma le persone in santi; permette a individui ordinari di vivere insieme con uno stress minimo anno dopo anno, generazione dopo generazione.” 

Survival base

Offerta 2019
ancora per poco

Clicca qui


Corsi in Programma

CORSO DI SOPRAVVIVENZA BASE

CORSO DI SOPRAVVIVENZA INTERMEDIO

CORSO DI SOPRAVVIVENZA AVANZATO

Attenzione:

Nei boschi vanno rispettate alcune regole. Non sempre è permesso accendere fuochi, o tagliare alberi verdi. Verifichiamo prima le regole stabilite dagli Enti competenti.
La caccia è regolamentata. Uccidere animali a scopo didattico è un reato, oltre che inutile.
Pensiamo sempre alla  nostra sicurezza, ma  anche e  soprattutto a quella degli altri.
La  proprietà  privata  va  rispettata.  Se  andiamo  in  boschi  privati chiediamo al proprietario, prima, spiegando cosa vogliamo fare.

Condividi su WhatsApp

Referenze e fonti: http://www.aprilamente.info

https://blog.sharewood.io/hiking-trekking-differenza/

D'agostino Francesco

D'agostino Francesco

ISTRUTTORE DI SOPRAVVIVENZA, GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA ED EDUCATOREPioniere del bushcraft e dell’outdoor adventure in Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: