Recensioni

Lascia una Recensione

Scrivi la tua Opinione Sulla Scuola di Sopravvivenza Bushcraft 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



70 risposte

  1. giovanni freddi ha detto:

    Ho partecipato al corso base tramite Usiogope.
    Nonostante io non sia digiuno di vita all’aperto ho trovato i consigli di Francesco e dei suoi allievi, Manuel ed Alessandro, molto utili e centrati sull’esperienza che si stava vivendo; non si è teso a “spettacolarizzare” o a rendere troppo complicato quello che si punta va a trasmettere anzi la semplicità e l’economicità , che poi sono la base del risparmio di energie e quindi della sopravvivenza, sono state il filo rosso di questi due giorni ( dal cercare la legna per il fuoco, alla ricerca di cibo, passando per la costruzione del riparo e l’accensione del fuoco)con soluzioni per realizzarle che sicuramente non mancherò di applicare.

    Le soluzioni che sono state proposte non si esaurivano nei due giorni, ma è stato specificato che è necessaria pratica sia per padroneggiarle che per rendere la propria psiche adatta ad una situazione di sopravvivenza, questo l’ho considerato l’indice di maggiore professionalità di tutti i responsabili dell’esperienza.

    Il materiale che è stato fornito è spartano, comodo, robusto, utile e direi che rende bene l’idea dell’esperienza fatta in anni da Francesco anche grazie a questi corsi.

    Il clima che è stato creato tra i partecipanti è stato molto positivo ed è stato sottolineato più volte di come le possibilità di sopravvivere di un gruppo siano dettate dalla coesione del gruppo stesso, scontato se scritto, ma se il vostro riparo per la notte dipende da questo il ” gusto ” di questa affermazione cambia totalmente.

    Nel complesso un esperienza ottima per la mia crescita sia tecnica che personale, corredata dalla decisione di partecipare al corso intermedio.

  2. giuseppe zen ha detto:

    ..per riassumere il CORSO BASE fatto a Marzo direi che è stata una piacevole esperienza
    sicuramente l’esito è stato legato al desiderio di conoscere cose apparentemente semplici
    ma non scontate, cioè poter provare con mano quello che spesso vediamo alla tv e scoprire
    che con un buon istruttore, grande FRANCESCO, possiamo riuscire a imparare quali sono le priorità, fare un fuoco, un riparo, orientarsi,
    Probabilmente non ci troveremo nella necessità di fare della sopravvivenza ma magari una semplice scampagnata
    sarà più sicura e certamente molto più DIVERTENTE

  3. Margherita ha detto:

    Il bosco, il bushcraft, beh..è difficile raccontare questa esperienza perchè per me è molto personale e differente da come gli altri la possono vivere…ho iniziato che avevo 11 anni più o meno, all’inizio era solo un corso in cui mi divertivo e imparavo cose, come accendere un fuoco, e costruirmi un rifugio e distinguere le piante velenose da quelle commestibili. Ho imparato a condividere, a lavorare con gli altri ed ad adattarmi in qualsiasi situazione, ad avere pazienza sia nell’imparare, sia nello spiegare agli altri.
    Cosa ancor più importante è che ho trovato una seconda famiglia, persone su cui posso incontrare, e ogni giorno continuo ad imparare grazie a loro.
    Nel corso degli anni ho compreso l’importanza che il bosco ha avuto anche i bambini: ha fatto crescere la loro autostima, la sicurezza, la voglia di sorridere e divertirsi… sembra quasi improbabile, ma è tutto vero. Durante la giornata sono sempre al telefono e poi.. e poi quando li vedi nel bosco tutto ciò non ha più importanza e sembra quasi che rinascano; bambini che a scuola vengono bullizzati o bullizzano, nel bosco si concentrano sul fare gruppo per trovare una soluzione insieme.. per esempio per trovare una strategia per costruire un riparo o accendere un fuoco.
    Vedi dei bambini essere liberi, vedi degli adulti essere liberi, vedi qualsiasi individuo staccare il proprio cervello dalla vita caotica e mondana.
    E’ un’esperienza adatta a tutti, grandi e piccini.
    Mi auguro che possiate provare quello che ho provato io!

  4. Grazia ha detto:

    Ciao , scrivo come mamma che ha avuto la grande fortuna di poter far vivere al proprio figlio un’esperienza così profonda, ricca e unica. Spero di riuscire a trasmettervi quello che è stata per noi,e che è tuttora, come genitori questa esperienza. Mio figlio ha iniziato questo percorso a 9 anni e lo ha aiutato nella sua crescita personale ed emotiva. Dago e Karen sono due grandi educatori e accolgono questi bambini/ragazzi formandoli sulle tecniche del bosco e della sopravvivenza, ma soprattutto sulla crescita come persona responsabile, capace di seguire le regole e di condividere con gli altri. Oggi è ormai difficile , se non impossibile, trovare un luogo sicuro dove far vivere il tempo libero ai propri figli.Qui ho trovato un luogo sicuro , sano, e ricco a livello educativo.
    I ragazzi grandi si prendono cura dei più piccoli, creando dei rapporti profondi che durano nel tempo.
    Il rispetto è la base di tutto: il rispetto della natura, della persona e dell’altro.
    In un mondo così frenetico e consumistico ritengo sia un’oasi di libertà intellettiva che lascia il segno. La consiglio vivamente.

  5. Sara Catena ha detto:

    Ciao a tutti, sono Sara e ho 20 anni. Ho iniziato il mio percorso Bushcraft con Francesco a circa 13 anni e tutt’ora continua. La cosa che mi ha colpito fin dal primo giorno è stato il ‘clima’ e l’aria che si respirava nel bosco, molto diverso da qualsiasi altro luogo.
    Il Bushcraft mi ha insegnato tante cose sia a livello pratico che a livello umano. Ho imparato ad accendere un fuoco, costruire un riparo, accudire e rispettare gli animali, riconoscere piante, alberi e arbusti ma mi ha insegnato soprattutto a vivere in equilibrio con la natura, un mondo che al giorno d’oggi appare lontano, freddo e spesso spaventoso. Ho capito come sfruttare i benefici che ci offre, come difendermi dai suoi pericoli e soprattutto come rispettarla e non ‘rompere’ il suo equilibrio, ma piuttosto entrare a far parte di esso. Quest’esperienza mi ha formata ad osservare boschi e foreste con un occhio diverso, a vederli vivi e reali, a percepirli come una parte fondamentale della nostra vita quotidiana.

    Con il lavoro di gruppo ho imparato la collaborazione, la condivisione, l’armonia e il rispetto delle opinioni altrui.
    Attraverso il lavoro singolo ho imparato l’impegno ed il rispetto dei propri compiti.
    Ai più piccoli ho cercato di trasmettere ciò che Francesco ha sempre trasmesso a noi, la passione.

    Ritengo che un percorso come il mio sia di vitale importanza per gli adulti in quanto possano riconnettersi con un mondo un po’ diverso da quello in cui tutti viviamo e anche per i bambini, in quanto possano avere la possibilità di passare del tempo in un contesto semplice, sincero ed educativo.
    Il mio percorso ha lasciato un segno molto importante, il bosco mi ha coccolata e cresciuta e Francesco è sempre stato impeccabile nell’inserirmi e guidarmi in questo contesto.
    Invito tutti a provare questa nuova esperienza, per poi andare a casa con la voglia di tornare per i boschi!

  6. Manu ha detto:

    Ciao a tutti, mi chiamo Manuel, ho 20 anni ed ho intrapreso la strada del Bushcraft a soli nove anni.

    Nel corso degli anni Francesco è stato un ottimo istruttore: grazie ai suoi insegnamenti ed alla sua professionalità ho imparato molte tecniche di sopravvivenza e Bushcraft, come ad accendere un fuoco con la giusta preparazione, costruire un riparo con elementi naturali, riconoscere impronte e tante altre tecniche che possono tornare utili nella vita di tutti i giorni.

    Mi ha insegnato a rispettare la natura, facendo tesoro di tutto quello che ci può offrire.
    Quest’esperienza ha contribuito alla mia crescita personale, aiutandomi soprattutto a capire quanto fosse importante portare a termine i miei compiti.

    Francesco è stato più di un semplice istruttore: nel corso degli anni è diventato per me un vero e proprio punto di riferimento!

    Trovo ammirevole il modo in cui si approccia a questo “lavoro” con tanta passione e soprattutto…pazienza!

    Ad accompagnarmi in questo bellissimo viaggio sono stati un gruppo di ragazzi di circa la mia età: Giulia, Giovanni, Chiara, Margherita, Sara…
    Con loro ho imparato l’importanza della cooperazione, ed insieme abbiamo formato una squadra perfettamente affiatata.

    L’obbiettivo della nostra squadra è quello di riuscire a trasmettere a chiunque decida di intraprendere questo percorso, quando meravigliosa sia questa realtà priva di tecnologia e ricca di forti emozioni.

  7. Giulia ha detto:

    Ciao a tutti, mi chiamo Giulia e ho 19 anni.
    Ho iniziato a frequentare il corso di bushcraft all’età di 13 anni e da quel momento la mia vita è cambiata senza nemmeno accorgermene.
    Grazie a questo corso ho imparato cosa vuol dire condivisione e soprattutto ho imparato a lavorare con gli altri.
    Ho capito cosa vuol dire vivere nella natura, difenderla, proteggerla, e sfruttare ciò che essa ci dà.
    Per me è stata un’esperienza particolare, perché all’interno della mia squadra non ho solo trovato dei compagni di lavoro, ma anche degli amici.
    Auguro a tutti di poter provare quello che ho provato io, é un viaggio che ancora non si è concluso e che avrò sempre nel cuore.

  8. Giovanni Poggi ha detto:

    Ho partecipato la prima volta quando avevo non più di 9 anni, mi trovai subito bene con gli altri bambini e con l’istruttore, mi sono presto appassionato al bushcraft e alle tecniche di sopravvivenza.
    Il corso a cui ho partecipato per diversi anni mi ha istruito ad accendere un fuoco con l’uso di pietra focaia o acciarino, la progettazione di un riparo di fortuna utilizzando i materiali che si possono trovare nei boschi(foglie, rami ecc…); ho imparato a riconoscere la flora e come potevo usarle per il mio sostentamento/medicazione, riconoscere impronte di animali selvatici.
    Francesco oltre a essere una bravissima guida ambientale e anche un grande amico ed’è stato utilissimo per crescere spiritualmente come persona, sono felice di aver iniziato a partecipare al corso di survival bushcraft e consiglio vivamente di partecipare se siete in cerca di avventura e di fare una nuova esperienza diversa dal solito nella natura.

  9. Giovanni Ventura ha detto:

    Cominciai la prima volta da piccolo, quando avevo 9 anni, e già da quel giorno cominciò a crescere grande interesse nel mondo dell’outdoor, della sopravvivenza e del bushcraft.
    Il corso, il quale ho seguito per diversi anni, mi ha formato: l’utilizzo di attrezzi e armi primitive e la produzione di essi, il modo di improvvisare in ogni tipo di situazione, e raggiungere un obbiettivo, provando grandissime soddisfazioni!
    Dopo diversi anni, D’ago mi ha dato il permesso e la fortuna di affiancarlo come volontario nei corsi di sopravvivenza, nel quale ho avuto modo di insegnare qualcosa mediante le mie esperienze e conoscenze ad altri ragazzi.
    Oggi come oggi, grazie a Francesco detto “D’ago”, vedo il mondo in modo diverso, vedo i boschi, non come un posto dimenticato e pericoloso, ma come un posto familiare, un posto dove crescere, un posto dove riflettere.
    Raccomando a chiunque di provare questa esperienza più unica che rara.

  10. survivalbushcraft ha detto:

    Sono davvero felice dell’entusiasmo e la passione con le quali seguite i miei corsi. Le recensioni sono molto positive e la comunità allievi, così mi piace chiamarla, ha superato ogni aspettativa.
    Credo sia importante restare in qualche modo in contatto, al fine di poter parlare di sopravvivenza & bushcraft e di poter anche rispondere a domande, curiosità o esigenze sull’argomento.

  11. Martina ha detto:

    Due giorni intensi! Prima di partire non ero sicura che sarei rimasta soddisfatta del corso, e invece mi sbagliavo perché ho imparato tantissime cose, dall’accendere e mantenere un fuoco, ad usare una gavetta, a costruire un riparo per la notte e molto altro, senza contare il meraviglioso paesaggio di bosco in cui mi sono trovata, la buona compagnia e la sensazione di tornare con una marcia in più. E complimenti a Francesco: preparatissimo nella tematica, carismatico e, soprattutto, ne sa molto di più di quanto non insegni. Ha saputo trasmettermi che la tematica della sopravvivenza è veramente un mondo immenso e ci sono tantissime cose da imparare!

  12. Giulio R ha detto:

    Ho fatto il corso base a inizio ottobre e devo dire che è stata una gran bella esperienza.

    Istruttore ben preparato, chiaro e disponibile nelle sue spiegazioni, e anche i suoi “ragazzi” erano dei validi aiuti.

    Consigliato a tutti quelli che amano la natura e accettano di fare a meno di qualche confort.

    Forse avrei gradito maggiori spiegazioni ed esempi pratici su come allestire un rifugio…ma potrebbe essere comunque un buon motivo per tornare e fare il corso intermedio 😉

    Grande Francesco!

  13. Alex ha detto:

    Ho frequentato il corso base lo scorso weekend. Il corso è molto interessante ed accessibile a tutti, anche se neofiti. Basta avere un minimo spirito di adattamento e di avventura, oltre che voglia di uscire dalla propria zona di comfort. Insegnante preparatissimo, molto preciso e disponibile. Un corso di 3 giorni sarebbe più utile rispetto ad un weekend di 2 giornate, per fare più pratica sul campo con bussola, nodi e allestimento tenda. Nel complesso un’esperienza positiva e da consigliare.

  14. Matteo ha detto:

    Grazie Francesco per questa opportunità che offri grazie alla tua esperienza.
    Del corso (sopravvivenza base) ho apprezzato la tua grande disponibilità e l’atmosfera che abbiamo creato insieme. Eravamo un piccolo gruppo quindi abbiamo potuto riservare tempi abbondanti ai diversi temi.
    Personalmente mi sarebbe piaciuto approfondire meglio il capito sull’orientamento con l’utilizzo della bussola dedicando un pò di tempo ad un’esperienza pratica anche a questo ambito.
    Appena tornato a casa ho fatto una passeggiata nel bosco vicino a casa e devo dire che, fatto il corso, si guarda la natura con occhi nuovi, più attenti ai dettagli, con maggior rispetto e senso di gratitudine.

    • Luca Marcato ha detto:

      Sono Luca ed ho partecipato al corso base a fine ottobre.
      E’ da tempo che sono attirato dalla vita nella natura, mi ronza spesso per la testa che i nostri progenitori “abitavano” la savana africana per poi far diventare la loro casa il resto dei boschi del mondo. Pur non avevano pavimenti in piastrelle da spazzare o spese al centro commerciale da fare o acqua calda dai rubinetti in ogni momento, bollette…
      E da quel mondo li veniamo anche noi.
      Trovarmi a dormire (dormire è una parola grossa), scomodo, sotto un rifugio mal costruito, con civette, barbagianni e altri animali non ben identificati mi ha veramente dato tanto. Ad un certo punto mi sono reso conto che tante paure e pensieri erano solo nella mia testa “Riuscirò a dormire? Avrò abbastanza caldo? Sto rifugio mi proteggerà a sufficenza? … “. Così, un paio d’ore prima dell’alba sono uscito, mi sono accucciato a fianco del fuoco e mi sono goduto 2 orette di sonno in una pace indescrivibile. Non mi sono mai sentito così ….. “protetto”.

      Non posso che dire un grazie particolare a Francesco per come ci ha guidati e assistiti in questi (soli, sigh) 2 giorni ed ai suoi assistenti Giovanni e Manuel. Si sentiva veramente molto forte il loro amore per la vita selvaggia e il rispetto per questo ambiente. E si sentiva il loro impegno per trasmetterci questi valori, questo modo di vivere. Secondo me il corso è veramente molto ben riuscito.
      Ciao a tutti a presto
      Luca Marcato

  15. Marco ha detto:

    Ho conosciuto il corso per caso, e cercando qualche esperienza diversa a contatto con la natura, mi sono accorto che potevo farla proprio di fianco casa (abito a 10 minuti di distanza). Così ho contattato Francesco che mi ha spiegato il tutto, e pochi giorni dopo ero li con tutto il gruppo pronti per questa avventura. Francesco e i suoi giovani collaboratori hanno saputo da subito infondere a tutti un senso di profondo rispetto per questa natura che spesso viene trattata più come una nemica da sconfiggere. Lui ha grande esperienza e sa guidarti nelle prove che si devono eseguire, ma senza tenerti troppo “per mano”, così da sperimentare da soli le difficoltà. I suoi collaboratori forse devono acquisire ancora un po’ di esperienza come formatori ma hanno grande volontà, e sicuramente sapranno fare sempre meglio. Da quando sono tornato parlo di questa esperienza con chiunque, quindi mi sento proprio di consigliarla.

    Grazie a Francesco e a tutto il gruppo di sopravvissuti, a presto

  16. Bruno P ha detto:

    Ho frequentato il corso base il 6-7 ottobre scorso. L’ho conosciuto aprendo una busta che conteneva il coupon di partecipazione, era il regalo dei miei figli. Ho aspettato un paio di settimane a scrivere questa recensione perché volevo vedere cosa avrebbe lasciato in me quello che Francesco e i suoi collaboratori mi hanno insegnato ebbene devo dire che quasi tutto mi è ancora ben chiaro in testa. Le spiegazioni erano molto chiare e il team di istruttori, molto preparati, ti seguivano nella parte pratica. Il corso di due giorni e una notte in un bosco senza le comodità che ormai siamo abituati ti ha permesso di vivere in modo semplice. Eravamo dodici sconosciuti in un bosco ma questo ci ha uniti e permesso di mettere in pratica in modo collaborativo i suggerimenti di Francesco. E’ senz’altro una esperienza da provare anche con i figli dato che ormai vivono in una società dove la cosa più importante è solo rimanere connessi ai social.

  17. Marco Z ha detto:

    Corso base molto bello e strutturato bene! Francesco ti accompagna in modo chiaro e semplice dandoti nozioni che poi verranno messe in pratica durante tutto il corso.
    Esperienza da fare x ritornare nella semplicità e nella manualità che un po’ abbiamo perso.
    Grazie per questa esperienza insieme!

  18. GEV Ivan M. ha detto:

    Ho frequentato il corso base alla scuola “Survival Bushcraft Italia” il 6 e 7/10/2018 e
    posso dire di essere pienamente soddisfatto dell’esperienza che Francesco e i suoi collaboratori
    mi hanno fatto vivere.
    Ho conosciuto la scuola in un modo decisamente singolare, leggendo il nome stampato su di una maglietta in un canale Youtube che trattava l’argomento, la curiosità ha fatto il resto.
    Da subito guardando il sito in rete e visitando la sede a Montescudo si percepisce la professionalità e la competenza ma quello che mi ha colpito di più è stata la capacità di trasmettere le nozioni conservando la semplicità e l’umiltà che ti permettono di assimilare
    gli insegnamenti senza la pesantezza che normalmente fa parte di un corso, in parte teorico,
    lungo due giorni e una notte, direi che con loro il tempo trascorso è stato piacevole ma soprattutto prezioso in tutti i suoi aspetti.

    Francesco è stato sempre molto paziente dando modo a tutti di poter mettere in pratica gli insegnamenti dati preoccupandosi di essere stato efficace nelle spiegazioni, lasciandoci
    comunque modo di sperimentare le situazioni in modo indipendente, sicuramente il modo migliore
    per imparare.

    Quindi non posso fare altro che fare i miei complimenti più sinceri a Francesco e a tutti i
    suoi collaboratori della scuola Survival Bushcraft Italia consigliando di partecipare a chiunque affascini questo ambiente ma anche a tutti quelli che praticano attività all’aperto in generale.
    Sicuramente conoscere certe nozioni aiuta, nella migliore delle ipotesi, a risparmiare fatica e tempo e nella peggiore, in condizioni estreme, potrebbe salvarti la vita!

    Il bosco mi ha regalato sensazioni che è impossibile vivere nella vita quotidiana in città, facendomi riflettere su molte cose, sono bastati due giorni e una notte per rendermi conto che nella vita quotidiana diamo troppa importanza a beni che solo all’apparenza sono di prima necessità e magari diamo per scontato comodità che dovremmo apprezzare e valorizzare di più.
    Erano riflessioni che nella mia vita avevo già fatto.. direi che è stato un po’ come mettere in pratica tante cose provandole direttamente sulla pelle e direi che è tutto più nitido chiaramente in totale sicurezza data dall’occhio vigile di professionisti .

    Tornerò a trovarli molto volentieri magari per il corso intermedio o quello Bushcraft assieme
    a mia figlia
    Grazie Francesco.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: